Venerdi, 22 settembre 2017 ore 01:03
Italian English French German Portuguese Spanish

Log-In

Rompere il muro del silenzio

 

I Territori Occupati del Sahara Occidentale sono una realtà ancora poco conosciuta. La ragione principale è la politica di oscuramento dell’occupazione attuata dal Marocco.

 

Stampa e tv non hanno libero accesso. Gli operatori indipendenti sono sistematicamente espulsi. Coloro che chiedono un accreditamento sono soggetti ad un programma deciso dalle autorità, senza alcuna autonomia di movimento.

 

Gli osservatori internazionali, esponenti della società civile e della solidarietà, sono continuamente sotto minaccia di espulsione, di ostacoli e di controlli da parte delle autorità.

 

Malgrado ciò gli attivisti dei diritti umani e i sahrawi chiedono di moltiplicare le visite per portare solidarietà alla popolazione oppressa, per raccogliere testimonianze e per rompere il muro di silenzio che circonda i Territori.

 

Per questi motivi l’ANSPS organizza missioni di osservazione della situazione nei Territori Occupati.

 

Gli osservatori dovranno dare opportune garanzie quanto all’affidabilità e alla capacità di adattamento a circostanze che non sono predeterminabili.

 

Chi è interessato prenda contatto con l’ANSPS.

primi sui motori con e-max

universitàlogo

iniziative

  

logo3facebook