Venerdi, 22 settembre 2017 ore 01:04
Italian English French German Portuguese Spanish

Log-In

  • promuovere i diritti fondamentali e la pace;

  • sostenere il diritto all’autodeterminazione del popolo sahrawi presso le istituzioni nazionali, europee ed internazionali;

  • far conoscere la causa del popolo sahrawi all'opinione pubblica italiana e internazionale nel contesto dei nuovi scenari nel Maghreb e nel Mediterraneo;

  • favorire l’aiuto umanitario ai sahrawi che vivono nei campi profughi nella regione desertica di Tindouf (Algeria);

  • promuovere il rispetto dei diritti umani e la fine di ogni forma di repressione da parte del governo del Marocco nei confronti dei sahrawi dei territori occupati e degli oppositori marocchini;

  • salvaguardare le risorse naturali dei territori occupati;

  • promuovere la conoscenza ed il rispetto reciproco tra i popoli del Maghreb e del Mediterraneo, creare occasioni di incontro e di dialogo.

Per realizzare tali finalità l’ANSPS:

  • organizza incontri, conferenze, manifestazioni, iniziative culturali, campagne verso le istituzioni nazionali ed internazionali, voto di ordini del giorno nelle assemblee elettive, delegazioni presso le autorità locali, nazionali ed europee per sostenere politicamente la causa sahrawi e dei popoli del Maghreb;

  • promuove gemellaggi e patti di amicizia tra gli enti locali e i propri omologhi nei campi profughi sahrawi in Algeria, inviti a rappresentanti delle wilaya (regioni) sahrawi e scambi di delegazioni;

  • coordina l'ospitalità in Italia dei bambini sahrawi per le vacanze estive o per cure mediche o periodi di studio;

  • organizza visite ai campi profughi in Algeria e carovane di solidarietà per la consegna di aiuti umanitari;

  • promuove visite di delegazioni nei territori occupati, specialmente di osservatori internazionali nel corso dei processi a carico dei nazionalisti sahrawi, in coordinamento con le organizzazioni per la difesa dei diritti umani dei Territori Occupati ;

  • sviluppa azioni di comunicazione e informazione sulla causa sahrawi e dei popoli del Maghreb;

  • promuove iniziative di formazione, nel quadro dell'educazione allo sviluppo e alla pace, nei confronti degli studenti e dei docenti;

  • sollecita la realizzazione, con il contributo dell'UE e del Ministero Affari Esteri, di programmi di aiuto umanitario e progetti di cooperazione anche nella prospettiva futura del ritorno dei sahrawi nella propria terra.

primi sui motori con e-max

universitàlogo

iniziative

  

logo3facebook